Come creare un ecommerce di successo? Un sito di commercio elettronico che possa fare la differenza e permetterti di conquistare il mercato? Segui questo decalogo che ho preparato per te con i punti che dovresti verificare perché il tuo sito di ecommerce sia il migliore nel mercato.

1. Il sito di ecommerce

Partiamo dalla base, il tuo sito di ecommerce. Sembra un’idea scontata ma deve essere accattivante, ricorda che è un vero e proprio negozio virtuale.

Entreresti in un negozio con una vetrina brutta, poco illuminata e/o con i prodotti messi alla rinfusa? Il tuo sito internet deve invogliare il cliente a sfogliare le pagine dei prodotti e deve  incentivarne l’acquisto. Ottimizza il tuo sito per offrire la migliore esperienza d’acquisto ai tuoi clienti, sia che si colleghino dai pc da casa che dai propri smartphone.

Ricorda che ‘semplice è meglio’. Il cliente deve poter ottenere subito quello che sta cercando e procedere in modo rapido all’acquisto. D’altronde sei sul web per vendere giusto? Considerato che vuoi vendere, fai in modo che il sistema proponga al visitatore anche altri prodotti simili a ciò che il tuo potenziale cliente ha visto o inserito nel carrello, per aumentare i profitti.

2. Chiarezza nei contenuti

La Commissione Europea effettua controlli sui siti di commercio elettronico per verificare che il cliente sia correttamente tutelato. Tutelare il consumatore significa fornire informazioni esaustive sui prodotti venduti, sulle caratteristiche degli stessi, sulle garanzie prestate, sulle metodologie di pagamento, tempi di consegna e delle modalità di reso della merce.

Tutte le informazioni devono essere chiare e comprensibili. Dedica una sezione apposita con tutte le informazioni e crea delle schede prodotto complete e funzionali.

3. Il carrello

Il carrello è un’altra parte fondamentale del tuo sito di ecommerce. Implementa un efficiente sistema di gestione dei pagamenti e degli ordini.

A proposito di pagamenti, fornisci il maggior numero di possibilità di pagamento. Questo significa pagamento in contrassegno, carte di credito dei diversi circuiti, bonifici ed anche la possibilità di pagare tramite il proprio account Paypal. Ricorda che tutte le transazioni via web devono essere sicure.

Per quanto riguarda gli ordini, il cliente dovrebbe avere la possibilità di acquistare i prodotti senza limiti orari. Pensa al tuo potenziale cliente la sera davanti la tv che durante la pubblicità naviga nel tuo sito perché vuole acquistare un prodotto. Un negozio fisico non permetterebbe di fare la stessa cosa, il tuo negozio virtuale si.

Se il tuo mercato non è limitato all’utenza italiana va da sé che la disponibilità alla vendita deve essere fornita h24.

4. Il magazzino

Hai pensato a come gestire il tuo magazzino? Soprattutto, hai intenzione di acquistare un magazzino fisico per lo stoccaggio dei prodotti o lavorare senza? In ogni caso è di fondamentale importanza avere un buon gestionale che tenga traccia degli ordini e delle consegne effettuate.

Come lavorare senza magazzino? Ormai è sempre più diffuso il cosiddetto drop shipping, se vuoi saperne di più leggi quest’articolo: ‘Drop shipping per avviare la tua attività di commercio elettronico

5. Le consegne rapide

Il processo di acquisto deve essere rapido e senza intoppi, uno dei tuoi obiettivi è fare in modo che il cliente sia soddisfatto dei tempi di consegna dei prodotti.

Ricorda di gestire al meglio anche quest’aspetto mediante adeguate partnership e sviluppando un’adeguata strategia.

Un esempio di come le consegne siano un aspetto fondamentale che può differenziarti dalla clientela lo fornisce Amazon. La società ha ripensato le sue consegne cittadine garantendo consegne entro la giornata secondo la formula soddisfatti o rimborsati. Come garantire consegne rapide senza bloccarsi nel traffico cittadino? Utilizzando la metropolitana.

6. Il cliente

Segmentazione del mercato. Cosa significa? Pensa a chi ti vuoi rivolgere, a chi vuoi vendere i tuoi prodotti. A differenza del titolare di un negozio fisico, hai molti più strumenti di analisi, anche in tempo reale, che ti possono fornire informazioni sulla tipologia di clientela che visita il tuo sito. Devi avere ben chiaro chi è il tuo target e gli strumenti di analisi che puoi usare per correggere gli errori se il sito non attrae la tua clientela tipo.

La possibilità di profilare i clienti ti consente inoltre di poter fornire prodotti particolari a determinati clienti, pianificare campagne marketing mirate. Attenzione all’informativa sui cookies!

La segmentazione del mercato, la pagina di Wikipedia.

7. Il marketing

Conosci il tuo target, ora devi fare in modo che i potenziali clienti raggiungano il tuo sito. Questo significa generare traffico di persone che si connettono al tuo ecommerce e soprattutto non rimangono dei semplici visitatori ma si ‘convertono’ in veri e propri clienti.

Esistono tante tecniche per questo, il mio consiglio è di pensare ad un adeguato budget da investire per il marketing e di rivolgersi a persone in gamba con le giuste competenze che ti possano dare aiuto.

8. Fidelizzazione

Ho scritto che devi avere un budget adeguato per riuscire ad acquisire nuovi clienti. Dico questo perché l’acquisizione di un nuovo cliente può essere onerosa e ciò deve essere messo in conto tra i costi della tua attività.

Non meno importante è la capacità di fidelizzare i clienti già acquisiti. E’ importante avere clienti che tornano sul nostro sito di ecommerce per comprare nuovamente. Puoi pensare a strategie ad hoc per incentivare i clienti a tornare nel tuo negozio, sconti, estensione di garanzia sui prodotti, offerte speciali su altri acquisti.

9. Customer care

Cura il tuo cliente e sii a disposizione dello stesso: non credere che solo le grandi aziende debbano pensare a questo aspetto. La capacità di rispondere alle domande del tuo cliente su prodotti e servizi ti può donare nuova luce rispetto ai tuoi concorrenti. Non si tratta infatti di avere necessariamente un call center. Vi sono molti strumenti moderni che possono aiutarti a gestire le richieste in arrivo, la posta elettronica, l’instant messaging, sistemi di ticketing.

Un cliente soddisfatto sarà invogliato a tornare ad acquistare attraverso il tuo ecommerce.

10. Un team

Molti aspetti del tuo ecommerce devono essere gestiti con competenza. Non aver timore a rivolgerti a persone che possano darti una mano a sviluppare i vari aspetti del tuo lavoro. Ho già citato esperti di marketing per aumentare le vendite, scegli bene i tuoi fornitori per acquistare a prezzi migliori così da avere più margine di profitto nelle vendite, corrieri veloci a prezzi vantaggiosi e perché no, affidati ad un commercialista che sappia di cosa stai parlando!

Come creare un ecommerce di successo? Affidati ad uno studio di consulenza preparato, affidati a noi!